Crotone penultimo posto per ricchezza pro capite: colpe e soluzioni

Studio ricchezza Crotone

Dalle ultime elaborazioni dell’ufficio Studi della Camera di Commercio di Crotone, la nostra città risulta in penultima posizione per ricchezza pro capite, che si attesta a 13.078 euro.
Nel confronto con le altre province italiane, Crotone si colloca in 102° posizione per valore aggiunto pro capite, con un dato che è poco più della metà della media nazionale (23.280 euro) e poco più di un terzo del valore aggiunto pro capite registrato per la provincia di Milano, che con i suoi Continua a leggere

Crotone : più facile avere l’autorizzazione per un pozzo che per un gazebo !

Il pozzo dell'ENI a Capocolonna (Crotone)

Dopo tanto estenuante lavoro e singolari iniziative, finalmente possiamo dire di essere riusciti a centrare un nostro importante obbiettivo ovvero il rispetto per uno dei tanti principi fondamentali per cui il nostro gruppo ha preso vita: la legalità! Ci congratuliamo e stringiamo virtualmente la mano all’Avv. Peppino Vallone, Sindaco di Crotone, per aver dato testimonianza della sua presenza sul territorio, ora anche noi, possiamo dire “il Sindaco c’è”! Il gruppo SdS ha intrapreso un’iniziativa raccogliendo le firme per una petizione la cui principale richiesta è la costituzione di una consulta ambiente, formata da cittadini ed associazioni, uno strumento utile per controllare meglio quello che accade tra amministrazione locale ed ENI. Questa campagna pro-Crotone (e non contro l’ENI come è stata definita) è stata interrotta lo scorso lunedì 2 gennaio con il “blitz” (così indicato da alcuni organi di stampa) della polizia municipale: ci sono voluti ben 5 agenti (in strada il comando ne ha a disposizione una decina) per sgomberare il suolo pubblico, occupato da un gazebo e da un tavolino utili alla raccolta firme, occupazione del suolo per la quale era stata avanzata regolare richiesta nella stessa mattinata ma senza aver poi ricevuto alcuna autorizzazione. Finalmente, con grande meraviglia dei passanti, si è assistito al ripristino della legalità ed alla riappropriazione da parte dei cittadini del pezzo di strada comune. Qualcuno vociferava che l’intervento fosse stato “richiesto” dal sindaco in persona al comandante dei vigili… “Non sapeva delle autorizzazioni del pozzo dell’ENI a Capo Colonna, ma sapeva che i furfanti del gruppo SdS non avevano l’autorizzazione a mettere un gazebo in piazza!” Finalmente, speranzosi ed ottimisti dopo il gesto eclatante messo in atto dalle forze di Polizia Municipale, che il giorno successivo hanno anche notificato al gruppo una sanzione amministrativa di euro 50,00, potremo vedere una Crotone più civile, più pulita, più onesta, più vivibile, finalmente vedremo sgomberato il traffico cittadino da tutte quelle auto parcheggiate selvaggiamente, vedremo le nostre campagne ripulite dalle discariche abusive di eternit, vedremo una raccolta differenziata all’80%, vedremo risolto il problema del randagismo, vedremo i cartelli stradali turistici, vedremo i muri senza più un solo graffito e ripuliti da ogni manifesto abusivo, vedremo un’amministrazione che si fa valere anche dinnanzi al colosso Eni… finalmente, insomma, vedremo una Crotone nuova! La nostra iniziativa denominata “Eni-rispigghiamu???” ha portato i suoi frutti: finalmente qualcuno si è svegliato veramente, ora c’è solo da sperare che la veglia duri a lungo.

Stanchi dei Soliti
Uff.Stampa – Andrea Correggia, Christian Greco.

Comune di Crotone : come mai tutta questa voglia di assumere ?

Riunione della giunta comunale Vallone

Eh sì, la giunta Vallone le sta provando proprio tutte per non rientrare nell’elenco dei comuni che non devono attenersi ai limiti sull’assunzione del personale imposti del patto di stabilità. E’ vietato a tutti gli enti locali che hanno spese di personale superiori al 40% delle spese correnti di stipulare qualsiasi tipo di contratto di assunzione. Per non sforare questa percentuale la giunta del sindaco “di tutti” (tranne che dei crotonesi) ne ha fatte di cotte e di crude, aggiungendo e togliendo voci relative spese. Sapendo di essere al limite del legale, ha anche riportato all’interno di una delibera una clausola che deresponsabilizzava i dirigenti su tutti provvedimenti adottati Continua a leggere

Restrinzioni di un bene comune: l’acqua

Acqua bene intoccabile

Nella giornata di oggi, la restrinzione dell’acqua, ha riguardato anche la città di Crotone. Per l’ennesima volta ci troviamo a subire situazioni di disagio intollerabili.
L’associazione Bene Comune, sta seguendo con grande interesse le vicende relative al rapporto tra le amministrazioni comunali e la Sorical, si è rivolta all’amministrazione comunale per sollecitare una presa di posizi Continua a leggere

MO BASTA : Cronaca di una manifestazione a Crotone (Calabria)

Bè, ora che ho la necessaria tranquillità posso iniziare a tirare le somme sulla manifestazione tenutasi il 12 novembre a Crotone.

Ebbene si!
sto parlando dell’iniziativa “MO BASTA delle nostre vite decidiamo noi” devo dire che quelli della rete hanno fatto un lavoro straordinario e noi del movimento Stanchi dei Soliti siamo stati lieti di aver fatto parte di questa macchina organizzativa, come altri gruppi del resto!

I giorni pre-manifestazione sono stati giorni impregnati di incontri, apparizioni in TV e radio Continua a leggere

Falsi apartitici

Movimenti, liste civiche, associazioni e chi più ne ha più ne metta, cavalcano l’onda del sentimento antipartitico popolare. Ma in realtà quanti di loro sono davvero apartitici? Sia a livello nazionale che a livello locale abbiamo visto nascere decine di gruppi politici che non si presentano agli elettori come partiti ma addirittura criticano l’operato di quest’ultimi, considerandoli gli artefici di una classe politica inefficiente. Ma noi ci chiediamo che senso ha professare l’antipartitismo quando la struttura di questi gruppi politici è identica a quella di un partito ? oppure quando con questi stringono alleanze, o a dirittura quando a fondarli sono vecchi politici che hanno fatto carriera partitica? Ci riferiamo alle liste civiche emerse dalle elezioni Continua a leggere