I dieci veterani della politica crotonese, nomi e cognomi

POLITICI CROTONESI
POLITICI CROTONESI

Ricevono indennit a nostre spese dai primi anni 90 ricoprendo svariati incarichi nella politica locale, regionale e nazionale. Stiamo parlando deidieci veterani della politica crotonese. Uomini che nel corso della loro carriera hannoindirizzato la nostra citt versolaggiudicazione di memorabili trofei: provincia pi羅 povera dItalia, ultima per qualit di servizi e tutela dell’ambiente ,peggiore qualit della vita nel settore degli 竄affari e lavoro, ambiente, servizi finanziari e scolastici, tempo libero e tenore di vita罈
certo cheEnzo Sculco, Dionisio Gallo, Rocco Gaetani, Filippo Esposito, Antonio Barberio,Ettore Perziano,Ubaldo Schifino, Stano Zurlo, Giuseppe Candigliota e Francesco Sulla siano soddisfatti dei fallimenti collezionati, dato che perpetuano lemedesima attivit politica e amministrativa da oltre ventanni a questa parte. Ilpremioanzianit va ad Ubaldo Schifino, la cui carriera politica ha avuto inizio ventinove anni fa con l’elezione –nelle file del Partito Comunista –a consigliereregionale nel lontano 1985. Il novellino 癡 invece Stano Zurlo: elettoconsigliere provinciale diAlleanza Nazionalenel 1995.Per tutti gli altri veterani –nati a Crotone o attivi politicamente nella medesima cittadina – l’ingresso nella politica locale 癡 avvenuto dal 1987 in poi.

Stanchi dei Soliti non condividela tesi dei limiti al mandato elettivo: se un sindaco lavora bene deve avere il diritto di continuare nella sua attivit, perch矇la continuit amministrativa del primo cittadino gioverebbe alla citt. In Francia, ad esempio, non esistono dei limiti al mandato, tant癡 che alcuni sindaci hanno ricoperto tale incarico per oltre 50 anni.

Tornando a Crotone, il problema non 癡 quanto bens穫 come la politica locale ha gestito la cosa pubblica. Se i suddetti personaggi avessero agito in linea con quanto annunciato nelle campagne elettorali o se avessero rispettato degli standard minimi per offrire alla citt un futuro non eccelso masemplicemente dignitoso, questa denuncia sarebbe sterile oltrech矇 qualunquista. Cos穫 non 癡 stato. E il fattore ancora pi羅 grave 癡 che i veterani della politica vengono sostenuti dai giovani della politica: quelli che si bendano gli occhi e accettano tacitamente le perle politiche dei loro predecessori; il tutto perch矇, anche loro, giovani fuori ma vecchi dentro, aspettano pazientemente di essere sistemati.

Andrea Arcuri
Stanchi dei Soliti

 

Segui le nostre denunce su Facebook e su Twitter

 

logo-stanchi-dei-soliti GRANDE

Stanchi dei Soliti: ecco come abbiamo lavorato per Crotone nel 2012

Stanchi dei Soliti: cosa abbiamo fatto per la nostra citt
SdS: attivit per Crotone

Di Andrea Arcuri

Nei primi giorni dellanno ognuno di noi cerca di fare un resoconto dei principali avvenimenti verificatesi nei dodici mesi appena conclusi, ed 癡 cos穫 che anche Stanchi dei Soliti si sente in obbligo, nei confronti dei cittadini che gli hanno dato fiducia, di ricordare in che modo questi sono stati rappresentanti.
I temi cha abbiamo trattato attraverso denunce, sollecitazioni e riflessioni sono numerosi e sono tutti relativi allo sviluppo amministrativo, politico, economico e culturale della nostra bella Crotone. In particolare ci siamo occupati di:

Questione ENI:
Siamo stati intervistati da un ricercatore che svolgeva indagini per conto di ENI, al quale abbiamo riassunto numerose proposte che, cos穫 come 癡 avvenuto in altri contesti, Eni potrebbe realizzare nella nostra citt: UniKro (universit di Crotone), valorizzazione delle nostre risorse (35 km di costa, castello di Carlo V ecc.) per rilanciare il turismo crotonese; creazione di centri direzionali Eni simili a quelli creati a San Donato milanese, dove lente nazionale idrocarburi ha creato pi羅 di 3000 posti di lavoro.
Abbiamo manifestato il nostro dissensonei confronti delsindaco Vallone quando, in una seduta consiliare, ha lasciato intendere che 癡 Crotone che deve adeguarsi alle proposteEni e non viceversa.
Abbiamo infine elencato gli ipotetici rischi ambientali (tra cui quelli Continua a leggere

Crotone : pi羅 facile avere l’autorizzazione per un pozzo che per un gazebo !

Il pozzo dell'ENI a Capocolonna (Crotone)

Dopo tanto estenuante lavoro e singolari iniziative, finalmente possiamo dire di essere riusciti a centrare un nostro importante obbiettivo ovvero il rispetto per uno dei tanti principi fondamentali per cui il nostro gruppo ha preso vita: la legalit! Ci congratuliamo e stringiamo virtualmente la mano allAvv. Peppino Vallone, Sindaco di Crotone, per aver dato testimonianza della sua presenza sul territorio, ora anche noi, possiamo dire il Sindaco c癡! Il gruppo SdS ha intrapreso uniniziativa raccogliendo le firme per una petizione la cui principale richiesta 癡 la costituzione di una consulta ambiente, formata da cittadini ed associazioni, uno strumento utile per controllare meglio quello che accade tra amministrazione locale ed ENI. Questa campagna pro-Crotone (e non contro lENI come 癡 stata definita) 癡 stata interrotta lo scorso luned穫 2 gennaio con il blitz (cos穫 indicato da alcuni organi di stampa) della polizia municipale: ci sono voluti ben 5 agenti (in strada il comando ne ha a disposizione una decina) per sgomberare il suolo pubblico, occupato da un gazebo e da un tavolino utili alla raccolta firme, occupazione del suolo per la quale era stata avanzata regolare richiesta nella stessa mattinata ma senza aver poi ricevuto alcuna autorizzazione. Finalmente, con grande meraviglia dei passanti, si 癡 assistito al ripristino della legalit ed alla riappropriazione da parte dei cittadini del pezzo di strada comune. Qualcuno vociferava che lintervento fosse stato richiesto dal sindaco in persona al comandante dei vigili… Non sapeva delle autorizzazioni del pozzo dellENI a Capo Colonna, ma sapeva che i furfanti del gruppo SdS non avevano lautorizzazione a mettere un gazebo in piazza! Finalmente, speranzosi ed ottimisti dopo il gesto eclatante messo in atto dalle forze di Polizia Municipale, che il giorno successivo hanno anche notificato al gruppo una sanzione amministrativa di euro 50,00, potremo vedere una Crotone pi羅 civile, pi羅 pulita, pi羅 onesta, pi羅 vivibile, finalmente vedremo sgomberato il traffico cittadino da tutte quelle auto parcheggiate selvaggiamente, vedremo le nostre campagne ripulite dalle discariche abusive di eternit, vedremo una raccolta differenziata all80%, vedremo risolto il problema del randagismo, vedremo i cartelli stradali turistici, vedremo i muri senza pi羅 un solo graffito e ripuliti da ogni manifesto abusivo, vedremo unamministrazione che si fa valere anche dinnanzi al colosso Eni finalmente, insomma, vedremo una Crotone nuova! La nostra iniziativa denominata Eni-rispigghiamu??? ha portato i suoi frutti: finalmente qualcuno si 癡 svegliato veramente, ora c癡 solo da sperare che la veglia duri a lungo.

Stanchi dei Soliti
Uff.Stampa – Andrea Correggia, Christian Greco.