Crotone: la paura di uscire di casa per la malamministrazione


Crotone – foto di Alberto Loiacono (Stanchi dei Soliti)

di Andrea Arcuri

Se piove non è colpa del Comune. Se piove e tutti i quartieri si allegano è colpa del Comune.
Rientra infatti nella responsabilità dell’amministrazione comunale individuare e predisporre le via di scarico delle acque piovane a mare, evitando che al verificarsi di un acquazzone la città sia inagibile. La presenza dei medesimi problemi in tante altre città italiane non giustifica gli inadempimenti del nostro Comune. Dobbiamo smetterla di discolpare il Comune di Crotone perché anche a Genova e a Gallipoli le strade si allagano quando si verifica un temporale. Dobbiamo smetterla di accettare e subire queste vergogne di ordinaria amministrazione perché pagliacciate simili accadono in città meglio organizzate della nostra.
Io da crotonese pretendo una città normale. Io, sarò ripetitivo, ma ribadisco che ancor prima di diventare una città turistica dobbiamo diventare una città.

Stanchi dei Soliti

Seguiteci su Facebook e Twitter

Annunci

13 pensieri su “Crotone: la paura di uscire di casa per la malamministrazione

    • Ciao Guz, come ben sai affinché le strade di Crotone si allaghino non c’è la necessità di giungere a 110 millimentri, ma basta molto meno.

      Proponiamo una pianificazione del territorio adeguata: siamo arrivati sulla luna e non siamo capaci di risolvere problemi simili?

      Un saluto

      Mi piace

  1. Penso che trovare persone che ancora giustificano la morte della propria città è una vergogna, tutto pur di non ammettere un fallimento, è grottesco. Ma chi giustifica la morte di Crotone, dove vive?

    Mi piace

  2. ke ormai il clima e cambiato è non raccontate cazzate come piove a crotone a ci sono disagi e uguale in tutto italia no il comune il comune non romp….. sempre guardatevi la televisione ……….

    Mi piace

    • Francesco, la televisione racconta un’Italia che non funziona (almeno dovrebbe), ma questo non giustifica il malfunzionamento della città di Crotone. A noi, di Stanchi dei Soliti, interessa Il nostro territorio, facciamo politica locale, e di conseguenza riteniamo che una pioggia non possa allagare una città. Detto ciò, nonostante il tuo invito, continueremo a rompere le palle e non solo sul web.
      Saluti

      Mi piace

  3. ma cose da pazzi!!!
    cè pure chi critica quelli ke hanno intenzione di fare rifiorire questa città!!
    vi lamentate ke rompono le palle xkè il comune non fa quello ke è pagato a fare .. ma vi rendete conto?
    mi sa che queste persone che parlano così .. avranno familiari o loro stessi ke lavorano nel comune !!
    vi ricordo ke “STANCHI DEI SOLITI ” è riuscita a fare ripartire l’areoporto !!
    invece di lamentarvi sempre e dire che non è colpa del comune
    xkè non si comincia a scendere tutti in piazza insieme a “STANCHI DEI SOLITI ” e facciamo sentire la nostra voce?
    non ci lamentiamo poi quando comincerà l’inverno che ci saranno anche 4/5 giorni di pioggia continua.. che non si puo uscire di casa xkè ci sembra di vivere a Venezia!!
    i problemi si devono risolvere prima che succedono i danni !! no quando poi la città è bloccata!!
    li poi è facile lamentarsi !!

    questa città non ha un sindaco e un’amministrazione comunale con le PALLE !!
    vengono pagati e non fanno un cazzo!!

    svegliamociii

    andiamo a lamentarci per la ferrovia ke ci hanno tolto
    per il lavoro ke non abbiamo

    andiamo a lamentarci ti tutti questi extracomunitari ke aumentano giorno dopo giorno a ogni angolo della strada e a ogni negozio

    lamentiamoci della PROSTITUZIONE che prima si limitava solo alle ore serali ORA ANCHE DI GIORNO !!!

    DOBBIAMO LAMENTARCI COL COMUNE E FARCI RISPETTARE!!!!

    Mi piace

    • Ciao Vincenzo, la tua ricostruzione non fa un pecca.
      Lamentele continue e poche azioni caratterizzano una buona parte di cittadini. Sicuramente sono gli stessi che alle scorse elezioni Comunali hanno votato i soliti.

      Grazie per il tuo sostegno, che rispecchia l’opinione di un cittadino di libero.

      A presto.

      Mi piace

Dicci cosa ne pensi !

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...