In Calabria si vota in 41 Comuni. Riflessioni sul voto di scambio

foto realizzata da Christian Greco nel 2011
Voto di Scambio foto realizzata da Christian Greco nel 2011

In occasione delle elezioni di oggi e domani che coinvolgono 41 comuni calabresi, 癡 doveroso, in virt羅 dei valori che orientano l’azione politica di Stanchi dei Soliti, fare una riflessione su quel che 癡, ancora oggi, uno dei fattori che determinano l’elezione di non pochi amministratori regionali e locali: il voto di scambio.
La sfiducia nei confronti dei governanti che spinge gli elettori a considerarli tutti uguali, lesistenza di rapporti di lavoro che implicitamente obbligano i dipendenti a votare (e a far votare) limprenditore candidato e, soprattutto, la formulazione di accordi preelettorali tra votante e candidato che si traducono in una serie di promesse fasulle a cui credono soltanto i pi羅 stolti, rappresentano le principali cause che sono alla base del voto di scambio: problematica che rispecchia una cultura retrograda di una societ che non vuole fare passi in avanti.
Attraverso questo articolo non ho lambizione di svegliare le coscienze di coloro che da decenni sono abituati a vendere il proprio voto in cambio di quattro soldi (sarebbe unardua impresa convincerli a desistere). Vorrei, invece, che Continua a leggere