Crotone Salute : Apriamo le carceri… liberiamo le galline!


Apriamo le carceri… liberiamo le galline!

Anno nuovo legge nuova… legge nuova e soliti illegali! Il primogennaio 2012 sancisce l’entrata in vigore del divieto in tutta Europa di allevare le galline ovaiole nelle cosiddette “batterie”, le minuscole gabbie dalle dimensioni equivalenti ad un foglio di carta A4. Grande gioia per gli animalisti che vedono cessare la tortura dei pennuti. Tuttavia 11 Paesi della Comunità Europea, ovviamente Italia compresa, non si sono ancora adeguate alla nuova normativa, forse per il poco tempo messogli a disposizione: 12 anni! E’la Lega anti vivisezione (Lav) a battersi con più tenacia: “Le povere bestie vengono privati dei loro bisogni elementari: muoversi, razzolare, covare, fare bagni di terra”. A Bruxelles i Paesi non in regola (Italia, Francia, Spagna, Polonia, Belgio, Bulgaria, Cipro, Grecia, Ungheria, Lettonia, Olanda, Portogallo e Romania) hanno tentato di ottenere un ulteriore proroga all’entrata in vigore del divieto, ma giustamente Germania e Gran Bretagna, che si sono già adeguati alla normativa chiedono: perché non vi siete uniformati in tempo?!

Questo slideshow richiede JavaScript.

In realtà la nuova legge è una mezza sconfitta… le galline guadagnano soltanto una manciata di centimetri: cambiano le dimensioni della gabbia che comunque non daranno possibilità di fare grandi movimenti, la loro vita continuerà ad essere stressante e deprimente tant’è che molti studi evidenziano una maggiore percentuale di possibili malattie trasmissibili all’uomo (vedi salmonella) nelle uova proprio delle galline ovaiole quindi allevate in gabbia che non in quelle allevate a terra o all’aperto!

Noi consigliamo, a prescindere dagli studi effettuati, di acquistare soltanto uova che riportino un codice di allevamento con numero diverso da: 3(si tratta della prima cifra che appare nella scritta impressa sull’uovo e che dovrebbe essere riportata anche sulla confezione, es. 0-IT-123-KR-123)

Acquistiamo dunque uova con seguente codice: 2 è l’allevamento al chiuso non in gabbia (12 galline ogni metro quadrato), 1 allevamento all’aperto (sempre 12 galline al metro quadrato ma con possibilità di accesso ad un’area esterna), 0 è l’allevamento biologico (stessi spazi) ma è di gran lunga il metodo migliore (attenti a chi scrive Biologico sulla confezione ma poi sull’uovo appare il codice 3, succede anche questo!). Il consiglio resta un obbligo fin quando gli allevamenti italiani non si saranno adeguati, pertanto nel momento in cui andrete ad acquistare uova che riportino un codice di allevamento uguale a 3 potete considerarvi complici di illegalità degli attuali allevatori! In questi giorni provvederemo, tramite iniziativa di volantinaggio, ad informare della situazione in essere gli ignari cittadini crotonesi

a partire dalle scuole per terminare ai rivenditori. Abbiamo fatto un giro dei supermercati di Crotone ed abbiamo constatato che la situazione è negativa: soltanto alcuni prodotti danno possibilità di scegliere le uova con codici diversi, tutti gli altri sono prodotti di galline allevate in gabbia!

Stanchi dei Soliti

Christian Greco

Annunci

Un pensiero su “Crotone Salute : Apriamo le carceri… liberiamo le galline!

Dicci cosa ne pensi !

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...