Il Comune di Crotone sistema altri due amici

Peppino Vallone e Rocco Gaetani
Peppino Vallone e Rocco Gaetani

di Stanchi dei Soliti

All’appello mancavano due uomini da sistemare: Rocco Geatani¬† e Domenico MelIace. Entrambi candidati alle elezioni del 2011 con il PD crotonese, entrambi non eletti a consigliere per una manciata di voti. Infatti, sia Geatani che MelIace hanno ottenuto 212 voti, e a seguito della decadenza da consigliere comunale di Contarino (nominato assessore all’urbanistica) uno dei due avrebbe dovuto colmare il posto vacante in Consiglio. Ma se entrambi hanno ottenuto lo stesso numero di preferenze¬† (212) chi ha diritto al subentro? La legge √® chiara: in presenza di candidati con lo stesso numero di voti conseguiti √® eletto consigliere colui che precede nell’ordine di lista. Nel nostro caso, quindi, Rocco Geatani. Perch√©, dunque, il consigliere subentrato √® MelIace?

Vallone, Geatani e MelIace hanno raggiungo accordi diversi, negoziando postazioni e incarichi sulla base non della professionalit√† e del diritto di elezione riconosciuto a Geatani, ¬†ma sulla base dei voti che i due amici del PD hanno portato alla coalizione di centrosinistra. Il principio √® sempre lo stesso:¬†chi porta pi√Ļ voti sar√† sistemato prima e meglio degli altri. Cos√¨, dato che il seggio spettava per legge a¬†Geatani, quest’ultimo¬†ha comodamente rinunciato a tale prelazione¬†in cambio di un incarico sicuramente¬†meglio retribuito: il presidente dell’AKREA¬†(societ√† per cui Geatani era gi√† consigliere di amministrazione).¬†Geatani sostituisce un altro amico del Continua a leggere